14 dicembre 2006

Il disastro dell'Unione. Chi sono i complici?

È ora di fare un bilancio, che ne dite? Ce lo impone un minimo di dignità, dopo non so più quante legislature passate a sbirciare con invidia quello che accadeva in altri paesi e a dirci: “Oh, quanto sono progressisti, loro!”. E a farci prendere in giro in patria.
Allora, riassumendo, che cosa si è ottenuto in questi giorni di vivace dibattito sui PaCS?
- L’estensione ai conviventi delle agevolazioni accordate in materia di successione alle persone sposate è stata ritirata dalla legge finanziaria. Ma in cambio dell’impegno a presentare un disegno di legge governativo sulle coppie di fatto, che diamine!
- L’ordine del giorno che impegnava il governo a presentare il suddetto disegno di legge entro il 31 gennaio 2007 è decaduto, visto che sulla legge finanziaria al Senato è stata posta la questione di fiducia, la quale ha questo “magico” ed assolutamente imprevedibile effetto. Come dice la Binetti, non c'è fretta. Del resto, saranno almeno dieci anni che aspettiamo...
- L’“Osservatorio per il contrasto della violenza nei confronti delle donne e per ragioni di orientamento sessuale” diventa, nella legge finanziaria che sta per essere approvata dal Senato, l’“Osservatorio nazionale contro la violenza sessuale e di genere”. Ops! Cosa manca?
- Fini si apre un varco a... sinistra (?!?) dichiarandosi favorevole all’approvazione di una legge sui PaCS alla Ceccanti, cioè svuotata di ogni contenuto serio (così almeno pare di capire, visto che non si vuole il riconoscimento pubblico dell’esistenza della coppia di fatto); Berlusconi si pronuncia per la libertà di coscienza. Il più lungimirante di tutti, però, è Fassino che, magari temendo che il Vaticano sia poco rappresentato sulla scena politica italiana, ha creduto fosse opportuno rendere nota la propria contrarietà all’eutanasia e all’adozione da parte di una coppia omosessuale, con queste viscide ed omofobe parole: “Non credo che sia una scelta che la società possa accogliere e neppure penso che sia utile per il bambino essere adottato e crescere con due persone dello stesso sesso”. E a lui chi gliel’ha detto? È forse un genitore omosessuale? È forse figlio di omosessuali?
Mai più un voto a questa banda d’ipocriti che scambiano i diritti di migliaia di persone sull’altare dei loro calcoli piccoli piccoli. Vista la ormai più che assodata incapacità del movimento, della società civile, di riportare la cosiddetta sinistra italiana al di qua del Tevere, io la lascio volentieri dove si trova, perché ho i conati di vomito.
Alle prossime elezioni, cari amici e amiche contrari* all’astensionismo, non venite di nuovo ad agitare lo spauracchio di Berlusconi perché per quanto mi riguarda non funziona più. Non voglio più essere complice del disastro che ci sta travolgendo.

9 commenti:

FireMan ha detto...

d'altronde, anche senza berlusconi cosa è cambiato? niente, per cui...

rigitans ha detto...

hai ragione. io non voterò piu' nessun partito che si allea direttamente con partiti come ds e margherita. spero quindi che berlusconi sparisca presto dalla politica. la destra sta anche nell unione, questo è il problema.

se volete un cosiglio:

http://www.radicalidisinistra.it

forse riusciremo a cambiar qualcosa ;)

Anonimo ha detto...

aggiungo solo vomito.
Hanno avuto l'ultima occasione e l'hanno semplicemente mangiata e cagata nel cesso.
Mai più. Non meritano nulla.

luigi ha detto...

Siamo alla tragedia greca: il governo che abbiamo votato riesce a fare cose degne del governo precedente.

Anonimo ha detto...

Non posso che sottoscrivere..pare quasi che ci si sia copiati i post a vicenda. Tornerò!!!
http://moltitudini.splinder.com

VinZ ha detto...

Ovviamente appena lette le notizie di Fassino, sono andato sul sito della camera e gli ho scritto che io la prossima volta mi ritengo libero di non votarlo.
Come effettivamente farò.
Fanno solamente schifo, questa è la verità. Non ho parole.

F(ot)D ha detto...

In linea di massima non posso che condividere quanto dici. Però vorrei fare due osservazioni.
1.Puoi pensare di fare cadere un governo per un emendamento, sia pure sacrosanto, ma che praticamente verrebbe utilizzato da poche persone?
2.Invece di lamentarsi delle persone che abbiamo votato e che non ci rappresentano, come mai la stragrande maggioranza dei gay è inesistente dal punto di vista politico e sociale? Come mai non si prende posizione tutti assieme per almeno i due o tre punti che ci possono legare? Siamo così certi che i gay vogliano davvero prendere atto che nessuno li considera e che se vogliono ottenere qualcosa, oltre hai tre locali dove andare a divertirsi, devono incazzarsi?

sutor ha detto...

...toh, un ritrovo di finocchi...

Gabriele ha detto...

@ f(ot)d: non si trattava di far cadere un governo (la fiducia non era ancora stata posta) ma di contarsi; un'eventuale mancata approvazione avrebbe avuto lo stesso effetto dell'ordine del giorno, visto che anche quello è poi decaduto. Credo di aver risposto al secondo punto che sollevi, nel post di oggi (21 dicembre)

@ sutor: un ritrovo di finocchi e non solo. Benvenuto/a!